Ipnosi per dormire: come usare l’autoipnosi contro l’insonnia

Soffrono di insonnia circa 10 milioni di Italiani e un rimedio è l’ipnosi per dormire.

Dormire è fondamentale per il nostro benessere psico-fisico.

Perché usare l’ipnosi per dormire

ipnosi per dormireÈ durante il sonno che recuperiamo le energie necessarie per affrontare la giornata.

E potrebbe sembrare l’attività più naturale per l’essere umano, per dare sollievo alla stanchezza accumulata durante il giorno.

Abbiamo bisogno di dormire, come di bere, mangiare e riprodursi.

Dormire è uno dei bisogni esistenziali dell’uomo.

La nostra società, che ci vuole iperattivi e sempre sul pezzo, quasi demonizza il tempo che passiamo a dormire, considerandola una perdita di tempo, che assolutamente non è.

Tant’è che i medici raccomandano anche il pisolino pomeridiano.

Quindi avere un buon sonno è d’obbligo.

Ma non per tutti è così.

Ipnosi per dormire Vs Insonnia

Soffrono d’insonnia oltre 10 milioni di italiani.

Un problema che affligge una considerevole parte della popolazione, che si tratti di insonnia acuta, transitoria o semplicemente occasionale.

Esistono farmaci che possono indurre il sonno ma noi vogliamo rimanere fuori da questa dipendenza e in questo articolo voglio proporvi qualche suggerimento per applicare delle tecniche di autoipnosi, così che il sonno arrivi più facilmente.

Forse non funzioneranno nel 100% dei casi ma sicuramente vi daranno una grande mano.

L’Ipnosi per dormire e autoipnosi

Che cos’è l’autoipnosi?

L’autoipnosi è una tecnica relativamente semplice, che viene praticata per andare a dialogare con quella parte profonda di noi che è il nostro inconscio.

Se segui il mio blog, sai perfettamente che esistono due menti: la mente conscia e la mente inconscia.

La mente conscia è la mente razionale, la mente logica mentre la mente inconscia è quella che vive le emozioni quella che si occupa della nostra sopravvivenza facendo funzionare quella straordinaria macchina che è il nostro corpo.

È con essa che abbiamo bisogno di dialogare se vogliamo utilizzare l’autoipnosi per dormire.

Autoipnosi per dormire

Vediamo qualche passaggio allora

Libera la mente

Per poter comunicare al tuo inconscio che è arrivato il momento di chiudere gli occhi e avere il sonno ristoratore che ti meriti e che ti permetterà l’indomani mattina di svegliarti carico di energia e di voglia di fare, il primo passaggio da fare è liberare la mente.

La sera quando ci stendiamo nel letto, rielaboriamo tutto ciò che è successo in quel giorno, e tutte le preoccupazioni fanno capolino: pensiamo a come è andata la giornata, alle cose che abbiamo fatto o che non abbiamo fatto, a cosa ci aspetterà domani e solitamente questi pensieri ci mettono preoccupazione, agitazione ed ansia perché possiamo sempre trovare nella giornata appena passata o in quella che ci aspetta, qualcosa che non è andata bene.

Se questo è quello che succede quando dovresti chiudere gli occhi ed addormentarti come un bambino, allora ora ferma la mente!

Mettiti in una posizione comoda e concentrati sul tuo respiro.

Concentrati sul respiro

Respira con calma, lentamente, concentrati sul l’aria che entra e esce dai tuoi polmoni e sui benefici che l’aria pulita porterà dentro di te. Visualizza l’aria chiara e pulita mentre entra attraverso le tue narici, e l’aria scura e contaminata quando esce.

Lascia che la tua mente si concentri totalmente sulla tua respirazione, sul petto che sale e scende.

E ti accorgerai che man mano che ti concentrerai sulla respirazione, il tuo corpo sarà sempre più rilassato sul materasso.

Rilassa il tuo corpo

Se ancora il tuo corpo non è completamente rilassato, se non lo senti ancora pesante ed affondato nel materasso, puoi ancora fare qualche esercizio per rilassare completamente la tua muscolatura.

Inizia dalle dita dei piedi, concentra l’attenzione su di loro e visualizzali caldi.. crea una piccola tensione muscolare e poi rilascia e lascia andare.

Fai questo esercizio man mano spostandoti verso l’alto, saranno poi i muscoli delle caviglie a rilassarsi, quelli dei polpacci, delle cosce e man mano su su fino ad arrivare alla nuca, al viso, la bocca, gli occhi, la fronte…

Contrai e rilassa!

Visualizza una situazione rilassante

Visualizza un posto che ti faccia provare pace e serenità, dove magari ci sono dei suoni che ti accompagnano al rilassamento. Richiama alla mente le sensazioni, i profumi, i suoni, tutto ciò che è legato a quella quell’immagine.

Focalizzati totalmente su quell’immagine mentale di benessere questo contribuirà a far aumentare le tue onde theta, quelle del rilassamento e della sonnolenza per poi scivolare lentamente nelle onde Delta, quelle che ti accompagneranno al sonno.

So che questa pratica di ipnosi per dormire può risultare difficile le prime volte.

Probabilmente è qualcosa che non hai mai fatto ma come in tutte le circostanze, la ripetizione è la migliore strategia per apprendere e ti permetterà di diventare sempre più bravo nell’utilizzare l’ipnosi per dormire.

Ipnosi per dormire: audio MP3

Ma voglio farti comunque un regalo: qui sotto troverai una traccia che potrai scaricare sul tuo lettore e sul tuo telefonino, da ascoltare prima di addormentarti così da conciliare il sonno.

Buon riposo

 

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.