PNL e confusione viaggiano di pari passo: perché questo succede?

Quello che mi spiace constatare è che intorno alla PNL c’è molta confusione.

Quando le persone sentono parlare di PNL o meglio di Programmazione Neuro Linguistica, la prima cosa a cui pensano è alla vendita.

L’idea, che è anche pensiero comune, è quella che la PNL sia un manipolo di tecniche coercitive utilizzate dai venditori per appiopparti qualcosa di cui non hai bisogno.

Qualcosa di “manipolatorio” 🙂 .

Quando mi capita di incontrare persone che hanno quest’idea (anche se sono convinta che nel momento in cui vengono a conoscenza di quello che faccio, la stragrande maggioranza si astiene dal comunicarmi questo loro punto di vista, dal momento che andrebbe davvero in conflitto rispetto a ciò che pensano ed al tipo di persona che io sono… che di coercizione e vendita di cose inutili proprio non mi occupo), con queste persone solitamente all’affermazione che la PNL è manipolatoria, utilizzo due risposte per allargare il loro punto di vista.

PNL e confusione viaggiano di pari passo

pnl confusioneAppurato  e fatto notare che PNL e confusione viaggiano di pari passo, ecco le risposte:

Risposta numero uno

Che ti piaccia o no, sei sempre manipolato, il più delle volte dalla tua stessa mente, che mente spudoratamente.

Risposta numero due

La PNL è una strategia per allargare il tuo punto di vista e non per chiuderlo.

Andiamo a capire perché.

La mente mente. Lo avrai sentito dire tante volte.

Mente perché ciò che si rappresenta al suo interno non è tutta verità.

Quando viviamo un’esperienza, la nostra mente la guarda attraverso una serie di filtri percettivi specifici ed inconsci.

La prima cosa che fa è quella di cancellare interi pezzi di realtà, per cui ciò che “vediamo” non è ciò che sta succedendo ma un concentrato di quello che sta accadendo.

Lo sai che la tua mente riceve 40 milioni di bit di informazioni al secondo?

40 milioni!!

E sai quanti ne riesce a portare a consapevolezza?

40!

Si, solo 40 bit di informazioni al secondo vengono portati a consapevolezza, cioè te ne accorgi, 40 su 40 milioni!

Ti accorgi dello 0,00009% di ciò che ti accade in quel preciso momento e questo è quello che verrà archiviato nella tua mente in quello che noi chiamiamo ricordo.

Direi davvero poco, non è vero?

Ecco perché ti dico che PNL e confusione vanno di pari passo.

Ascolta qui..

Il nostro cervello utilizza questa strategia perché sa perfettamente che di quei 40 milioni di bit, ci sarà poca cosa che ci interessa davvero ed in base alla nostra selezione percettiva, cioè in base a ciò di cui è programmato ad accorgersi, ci porterà a consapevolezza di quello che secondo lui è più importante.

E magari la cosa finisse qui…

Il tuo cervello a questo punto generalizza, cioè prende quei 40 bit e cerca informazioni dello stesso tipo per “archiviare” dando “significati”.

Ad esempio…

Se una persona ti delude e la seconda pure, alla terza sarai portato a cercare nei suoi comportamenti quegli aspetti che potrebbero portarti a restare deluso per la terza volta. La tua attenzione selettiva in questo caso, quindi i famosi 40 bit di consapevolezza, saranno focalizzati a cercare atteggiamenti che ti possano in qualche modo deludere..

E diamo un significato a quegli atteggiamenti, distorcendo la realtà! (Ovvio, non la stiamo vedendo davvero!!)

E alla fine, quel ricordo dovrebbe essere la verità assoluta, giusto? Ed a questo punto, non verrai  “manipolato” dai tuoi stessi pensieri?

Ti propongo un video, per farti comprendere come la realtà è diversa da quello che la nostra mente ci fa vedere..

Hai visto che ti combina la mente?

E se non bastassero questi meccanismi della mente, ci stanno anche i condizionamenti che riceviamo a manipolarci.

Ci hanno manipolato i nostri genitori e tutti quegli adulti che si sono occupati della nostra crescita, scrivendo su quel foglio bianco che eravamo da bambini, le loro idee, le loro regole, le loro convinzioni, poiché noi eravamo ancora troppo piccoli per averne di nostre. E a distanza di decenni viviamo ancora con quei condizionamenti.

Ci hanno manipolato le nostre esperienze, cioè le interpretazioni che abbiamo dato agli eventi.

Ci manipolano ogni giorno, anche se non ce ne rendiamo conto, la televisione, i mass media, i social, le persone con cui ci confrontiamo.

E poi sarebbe la PNL ad essere manipolatoria!

Mi spiace contraddirti, se la pensi così!

Perché se non allarghi il tuo punto di vista, sarà tutto ciò che ti succede intorno a manipolarti, non la PNL.

Ed allora se la PNL non è questo, che cos’è?

Come ti ho detto, PNL e confusione viaggiano a braccetto.

Quindi possiamo utilizzare gli strumenti della PNL, la famosa cassetta degli attrezzi, per fare chiarezza nella confusione.

La PNL studia i processi mentali rispetto all’esperienza umana.

Cioè come fai a fare quello che fai, aiutandoti a vedere le cose da un punto di vista diverso. Allargando la tua mappa ed aiutandoti a fare chiarezza rispetto a quello che succede dentro di te.

Ecco perché è una strategia che ti permette di allargare il tuo punto di vista e non di chiuderlo.

Solo per farti un piccolo esempio, quell’attenzione selettiva di cui ti ho parlato nelle righe precedenti, sai che hai la possibilità di dirigerla in una direzione piuttosto che in un’altra, dandoti la possibilità di accorgerti di cose diverse rispetto a quelle a cui sei abituato?

Questo è possibile attraverso una strategia di PNL che è quella di farti le domande giuste!

Le tue domande dirigono la tua attenzione!

Se ora siamo qui a parlare di PNL….

A proposito, hai ricevuto la mia email dove ti ho parlato di Leadership e Potere Interiore che svilupperemo nel nuovo corso online che partirà il 13 Maggio?

Se non l’hai ricevuta, clicca qui ora!!

Sorrido…. Sorrido perché so a cosa stai pensando!

Stai pensando:

Ma cosa cavolo c’entra adesso chiedermi se ho ricevuto la sua email?”

Ma indipendentemente se c’entrasse o no, io ti ho portato a pensare se l’hai ricevuta!

Ho preso la tua mente e l’ho portata a spasso, inducendoti a pensare alla tua casella di posta ed al fatto di avere o meno ricevuto posta da me.

E questo non è stato che un esempio per farti capire come funziona.

Le domande sono uno strumento potentissimo per allargare il tuo punto di vista.

Farsi le domande giuste è una strategia di PNL che alleggerisce la confusione e fa più luce su ciò che è davvero importante.

Pensa se da domattina, ogni volta che ti svegli, ti facessi la domanda:

Su cosa di bello e piacevole voglio concentrare la mia attenzione in questa giornata?”

La tua mente se ne andrebbe a spasso tutto il giorno a cercare risposte a questa domanda!

Questi sono strumenti. Questa è la PNL.

Anzi, questa è una piccolissima parte di quello che la PNL può fare nella tua vita.

Ed a questo punto spero che PNL e confusione almeno per te, non viaggino più di pari passo.

LEADERSHIP LAB

Scegli un Approccio diverso per imparare i segreti dei Leader

I LABORATORI DELLA CRESCITA PERSONALE

NUOVO CORSO A TORINO

E PER LA PRIMA VOLTA 

ANCHE COMODAMENTE DA CASA TUA

Confrontati con il tuo Gruppo di Pari ed
IMPARA I SEGRETI DEI LEADER.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.